Archivi categoria: Libri

L’IDEA DI PREGRESSO – possiamo farne a meno?

copertinadi Massimo L. Salvatori

Donzelli Editore 2006

La storia della moderna idea di Progresso, fondata sul connubio del miglioramento etico dell’uomo, del buon governo e della marcia positiva della scienza, della tecnica, dell’economia, è per un verso la storia di una speranza, nata nell’età dell’illuminismo, e per l’altro quella di un mito e di un’illusione, travolti dalle due guerre mondiali, dalle dittature totalitarie, dai grandi genocidi del Novecento.

Continua la lettura di L’IDEA DI PREGRESSO – possiamo farne a meno?

“EUROPA E ITALIA – Divergenze economiche, politiche e sociali”. Sergio Ferrari e Roberto Romano

Cop. libro Ferrari RomanoIntroduzione di Guglielmo Epifani, Saggio conclusivo di Luciano Gallino. 2004 Franco Angeli Editore. La crisi economica dell’Italia non è solo un riflesso della crisi economica internazionale. E’ anche questo, ma esiste una “peculiarità paese” che sta portando l’Italia fuori dall’europa in termini non istituzionali, ma politici, economici e sociali. Questo è il filo conduttore del libro. Questa divergenza non è di oggi anche se il governo di centro-destra ne rappresenta in qualche misura la forma più avanzata. E’ sul terreno dell’analisi economica che occorre rintracciare le cause di lungo periodo della crisi italiana, superando una moda del contingente, luoghi comuni e approssimazioni anche concettuali. Al centro di questa analisi il libro pone la struttura produttiva del nostro paese lungo il decennio degli anni novanta durante il quale hanno assunto un rilievo nuovo i cambiamenti tecnologici, l’allargamento dei confini degli scambi e delle relazioni internazionali, la qualità della domanda sociale. Continua la lettura di “EUROPA E ITALIA – Divergenze economiche, politiche e sociali”. Sergio Ferrari e Roberto Romano

Lo sviluppo dei limiti – Dove di tratta della crescita insensata

ruffolo1Giorgio Ruffolo

Ed. Laterza – 1994

“Sviluppare limiti alla crescita significa promuovere nuove forme di sviluppo senza limiti. (…) La biforcazione difronte alla quale ci troviamo ci pone non il dilemma tra crescere e non crescere, ma quello tra due tipi di sviluppo. Lo sviluppo della potenza – è questo che chiamiamo crescita – e lo sviluppo della coscienza. E’ questo che vorremmo chiamare, più propriamente, sviluppo”.

Giorgio Ruffolo (Roma, 1926) è stato segretario generale della Programmazione Economica negli anni Sessanta, deputato e senatore al Parlamento italiano, ministro dell’Ambiente, ed è oggi deputato al Parlamento europeo. Economista di formazione, ha svolto incarichi di direzione in imprese pubbliche e private e in centri di ricerca.